GIS Day 2015

12107086_888012671274457_44526968861646425_nIl 18/11/15 è il Gis Day 2015, insieme a Nicola Mari ho presentato un poster nell’evento organizzato da Map Design Project presso L’università della Calabria.

Ho conosciuto Nicola anni fa in una avventura in un isola remota del mondo e forse è stato proprio quel luogo a darci l’input per il nostro lavoro. Insieme abbiamo deciso di analizzare il rischio Tsunami lungo le coste calabre, in particolare abbiamo elaborato una mappa dei tempi di arrivo previsti di un onda di Tsunami generata in corrispondenza del Vulcano sottomarino Marsili ed analizzato la percezione del rischio tsunami da parte della popolazione dell’area.

Del vulcano Marsili si parla spesso come potenziale pericolo per le coste Tirreniche. Un post sul blog dell’INGV chiarisce l’attività attuale e presente, ma anche cosa ancora non conosciamo riguardo questo vulcano.

Un lavoro del 2010  descrive i fianchi del Marsili siano instabili a causa di alcuni fattori, e di come possono franare generando un collasso dell’apparato vulcanico. Probabilmente questo scenario è molto più preoccupante di un eruzione del vulcano, in quanto a seguito di una frana di grosse dimensioni si potrebbe generare uno tsunami che, dal centro del Tirreno, si propagherebbe in ogni direzione fino a colpire le coste tirreniche della Calabria, Campania e Sicilia.

Il poster presentato riassume i risultati gis_daydell’analisi preliminare. I tempi di arrivo delle onde di tsunami sulle coste calabre risultano nell’ordine delle decine di minuti, e la popolazione dell’area sembra consapevole della tempistica di questo fenomeno. Eppure nonostante gli intervistati appaiono consapevoli del rischio in quanto non si dichiarano preoccupati.

Se l’argomento ti interessa a questo link puoi vedere il poster e leggere il lavoro.