Geosita al mare

Anche al mare il mio “occhio” da Geologa non va in vacanza, sopratutto se ho la fortuna di essere a Santorini.

Mentre ero in spiaggia ho pensato ad un semplicissimo esperimento su come riconoscere una pomice, preso il cellulare al volo e i “materiali” (ampiamente disponibili in loco) ed ecco a voi il video

travelaholic

Una articolo pubblicato su Evolution and Human Behaviour attribuisce al recettore della dopamina D4 (DRD4 7r) la necessità di esplorare, questo recettore è stato ribattezato da molti giornali come “il gene dei viaggi”. In realtà la ricerca analizza le capacità migratorie delle popolazioni e non la voglia di andare a zonzo in giro per il mondo, ma per quanto mi riguarda mi piace pensare che la mia voglia di partire sia scritta nel mio DNA. Una rossiccia con lentiggini che vive in una terra dove occhi e capelli neri abbondano non può non conservare il gene della scoperta dei suoi lontanissimi avi. Quando poi sei Geologo viaggiare è un esperienza ancora più importante, non solo culture e civiltà diverse, ma anche la possibilità di vedere  rocce, ambienti, fenomeni che conosci nei dettagli ma non hai avuto la possibilità di toccare con mano.

http://geosita.tumblr.com/post/125848379280/travelaholic

Tutto questo per augurarvi buone vacanze, girate, esplorate, chiedetevi perchè delle cose, fate il carico di curiosità e tornate a casa con la voglia di conoscere, continuate a chiedervi come funziona l’ambiente che osservate e come fare per rispettarlo e limitare i danni.